Skip to main content
ImpermeabilizzazioniNews

Andare oltre i limiti di tempo nell’applicazione delle membrane liquide

By 15 Novembre 2022Maggio 10th, 2024No Comments

Quando si lavora con membrane liquide poliuretaniche o poliureiche, probabilmente sono già noti tutti gli innumerevoli aspetti positivi che derivano da un rivestimento di questo tipo. Ma che dire dei limiti di tempospesso presenti nei lavori? Ecco la vera domanda a cui mpm intende rispondere.

In questo articolo mpm parla di come finalmente si possono ottimizzare i tempi di applicazione rispetto agli impermeabilizzanti più comuni a base di poliurea o poliuretano, così da permettere al professionista edile di prendere la decisione migliore per i suoi lavori.

Tanto per cominciare, la maggior parte delle membrane liquide disponibili sono monocomponenti poliuretanici a basso spessore, oppure bicomponentia base di poliurea che si applicano a caldo con macchinari speciali dopo un’accurata miscelatura.

E se invece da oggi fosse a disposizione per i lavori di impermeabilizzazione liquida un sistema ibrido poliurea – poliureatano monocomponente epronto all’uso da applicare a freddo?

STARFLEX ULTRA è la nuova poliurea manuale nata e totalmente sviluppata in casa mpm per raccogliere il meglio delle due nature chimiche in un unico prodotto. È questo il nome dell’ultima arrivata nella storica famiglia di impermeabilizzanti STARFLEX per rivestire tetti, coperture, balconi, terrazzi e anche vasche.

Grazie alla sua rapidità di asciugatura e facilità di posa, STARFLEX ULTRA permette di rivoluzionare i tempi di applicazione dei sistemi impermeabilizzanti liquidi. Da oggi, è possibile lavorare la poliurea rapidamente senza perdere qualità nei lavori, garantendo un’esecuzione perfetta anche nei dettagli più piccoli.

Con questo articolo mpm si rivolge a tutti gli operatori che magari hanno già dimestichezza con altri rivestimenti, ma sono interessati a lavorare con una poliurea completamente unica nel suo genere.

La poliurea manuale che fa impermeabilizzare tutto nella metà del tempo
Quello che bisogna sapere sulla nuova poliurea mpm è tutto scritto nel nome. Infatti, STARFLEX ULTRA consente di andare oltre i limiti di tempo della maggior parte delle poliuree tradizionali.

Con questa nuova tecnologia si può essere rapidi e precisi allo stesso tempo durante i lavori, senza dover utilizzare macchinari o attrezzature sofisticate durante l’applicazione. Per poter realizzare un rivestimento con la nuova poliurea manuale mpm si possono utilizzare pennello, rullo o spruzzo airless.

Infatti, STARFLEX ULTRA è una membrana impermeabilizzante monocomponente per applicazioni manuali su qualunque tipo di supporto. E soprattutto, è un prodotto liquido pronto all’uso che richiede solo una breve omogeneizzazione prima della posa. Essendo una membrana moisture curing, indurirà in pochissimo tempo al semplice contatto con l’umidità dell’aria.

Come capire se la nuova poliurea è un buon investimento
Trattandosi di un prodotto completamente nuovo, probabilmente ci si chiederà come valutare se è affidabile. Innanzitutto, nella scelta del prodotto ideale per i lavori di impermeabilizzazione, ci si può orientare facilmente valutando le certificazioni e anche le classi di certificazione dei prodotti, così come anche i test di resistenza e di elasticità eseguiti sul materiale.

A proposito di questo, la nuova formulazione mpm a base di poliurea STARFLEX ULTRA ha ottenuto tutti i livelli di certificazione che possono supportare il professionista edile nei suoi lavori. Sia in termini di durabilità e resistenza, che di sicurezza per l’operatore stesso e anche per chi gli sta intorno.

Una poliurea che ha una storia è una poliurea di cui potersi fidare
Trattandosi di una nuova tecnologia in resina, occorre fare un passo indietro per capire veramente dove mpm fonda tutte le sue certezze su questo prodotto. La sua formulazione chimica si basa infatti su quella di STARFLEX MONO TIX, che testimonia una lunga storia di affidabilità. Fino ad ora è stato infatti il prodotto di punta della linea impermeabilizzanti STARFLEX.

MPM è coinvolta nella tecnologia della poliurea e del poliuretano da anni. Quello che l’ha tenuta concentrata giorno dopo giorno su queste sostanze incredibili, tanto simili quanto profondamente diverse, è stato vedere l’entusiasmo nei volti delle persone che le utilizzavano, chi per la prima volta, chi diventando anche molto esperto.

La loro passione ha spinto mpm ad evolvere il prodotto esaltando tutti i punti di forza più apprezzati dagli applicatori. E così, dopo un lungo lavoro di ricerca e sviluppo nella Chemical System House di Opera (MI), mpm è arrivata ad una nuova formulazione unica sul mercato. Per sorprendere il professionista con una soluzione più facile da applicare e spendibile in una gamma maggiore di campi d’impiego.