Skip to main content
PavimentazioniReferenze

Verniciatura industriale nel settore alimentare

By 21 Marzo 2023Maggio 28th, 2024No Comments

Nei locali dell’industria alimentare la manutenzione per la sicurezza dell’igiene interviene anche sui pavimenti e sulle pareti. Infatti, anche se non sono a diretto contatto con gli alimenti, questi devono essere trattati correttamente per non favorire lo sviluppo di sporco e batteri.

Quindi, per consentire una corretta prassi di igiene alimentare, tutte le superfici dei locali in cui avviene lo stoccaggio e la manipolazione degli alimenti vengono realizzate con materiali facilmente lavabili e disinfettabili. In questo articolo mpm descrive un ciclo applicativo completo in resina epossidica per la verniciatura di ambienti alimentari, compreso il trattamento delle zoccolature industriali con la realizzazione di una sguscia di raccordo resinata.

Quali sono le resine idonee per gli ambienti alimentari

Sulle superfici dei pavimenti si realizza una verniciatura resistente all’attacco chimico dei detergenti e dei disinfettanti utilizzati durante le operazioni di pulizia e disinfezione alimentare. Ma anche per il rivestimento delle pareti si deve prevedere un materiale liscio e lavabile.

Per realizzare una protezione igienizzabile completa dei locali alimentari è possibile intervenire con un unico prodotto applicabile anche in verticale su pareti e zoccolature di raccordo.
In questi casi si utilizza la vernice epossidica all’acqua DUROGLASS P, prevedendo comunque anche un primer adeguato.

Rivestimento igienizzabile per le pavimentazioni dell’industriale alimentare

Le pavimentazioni di cemento diventano lavabili e disinfettabili applicando a strati il rivestimento speciale per ambienti alimentari DUROGLASS P. Volendo rendere la superficie antisdrucciolevole, è sufficiente aggiungere la polvere di quarzo direttamente alla miscela dei due componenti di resina. Si raccomanda di fare sempre riferimento alla scheda tecnica per l’esatta granulometria delle cariche di quarzo da addizionare.

Dove è richiesto un aspetto satinato della finitura, il sistema mpm per l’industria alimentare prevede di mescolare al prodotto la pasta opacante, nella quantità necessaria per ottenere la pienezza desiderata del colore scelto. La colorazione della finitura avviene con paste all’acqua e possiede una buona stabilità per le tinte generalmente richieste in ambito alimentare. La composizione della resina risulta quindi completamente atossica e inodore.

Finitura a parete in resina con zoccolatura di raccordo a sguscia

Nei laboratori e nelle aziende alimentari, le pareti divisorie interne vengono rivestite fino all’altezza richiesta dalle specifiche attività. Si può realizzare una finitura a parete con la vernice epossidica DUROGLASS P, creando anche una sguscia perimetrale di raccordo per proteggere le zoccolature industriali.

Per consentire una pulizia accurata delle superfici, bisogna ottenere unraccordo perfettamente continuo tra il pavimento e le pareti da rivestire. Infatti, l’angolo di 90° alla giunzione pavimento – parete favorisce l’annidarsi di batteri, polvere e sporco.

Per essere igienizzabili le giunzioni tra pavimento e parete devono essere stondate. Si realizza quindi un profilo a sguscio che risulta di più facile pulizia e decontaminazione rispetto all’angolo retto. Infatti, il raggio di curvatura, se realizzato correttamente, rende la superficie della zoccolatura facilmente igienizzabile.

Come realizzare una sguscia di raccordo igienizzabile con la resina epossidica
La sguscia industriale di raccordo tra pavimento e parete viene realizzata direttamente in opera in due momenti successivi. Prima di tutto occorre creare il volume che poi sosterrà la finitura in corrispondenza della stondatura.

Per ottenere la forma corretta, lungo il raccordo perimetrale pavimento – parete si può utilizzare la malta epossidica DUROGLASS P 1/2 caricata con quarzo e addensata. Infine, si può eseguire la verniciatura con la finitura epossidica per zoccolature e pareti DUROGLASS P.